By Hartmut Rosa, Elisa Leonzio

Questo libro esamina le reason e gli effetti dei processi di accelerazione della nostra epoca individuandone tre aspetti, tecnico, sociale e individuale. Secondo Rosa l'insieme di tali processi porta a gravi forme di patologia sociale legate al rapporto con il pace e lo spazio, le cose e le azioni, los angeles percezione di sé e degli altri. Subendo los angeles pressione di un ritmo inesorabile, ognuno di noi affronta il mondo senza essere in grado di contenere quella coazione impersonale alla velocità e alla competizione che non è separabile da disagio e insoddisfazione. L'accelerazione è diventata insomma una «potenza» che domina in modo totalitario l. a. società moderna. Essa divora i nostri «sogni, obiettivi, desideri e progetti di vita» stritolandoli entro gli ingranaggi del suo inarrestabile movimento. Cosa possiamo fare according to riappropriarci di momenti di esperienza umana non alienata, di «buona vita» conforme alle nostre aspirazioni e desideri piú veri?

Show description

Read or Download Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica nella tarda modernità PDF

Similar italian_1 books

La scienza e l’Europa. Il Rinascimento

L’incontro tra l. a. scienza e l’Europa avviene nel XII secolo. Il rapporto che si instaura è intenso e profondo, ma los angeles ‘grande crisi del Trecento’ ne interrompe presto lo sviluppo. È nel Quattrocento che l’Europa riscopre l. a. scienza, in particolare a Firenze. Pionieri di questo nuovo inizio sono Brunelleschi, Donatello, Masaccio, artisti che studiano los angeles matematica consistent with meglio rappresentare l. a. realtà fisica, e su tutti Leon Battista Alberti, teorico della prospettiva.

Additional info for Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica nella tarda modernità

Example text

Nella modernità classica (all’incirca tra il 1850 e il 1970) la struttura era invece pensata per durare una generazione: era organizzata attorno a una coppia e tendeva a dissolversi con la morte dei coniugi. Nella tarda modernità si osserva una tendenza crescente da parte dei cicli di vita famigliare a durare meno della vita dell’individuo: aumento di divorzi e nuovi matrimoni sono la prova piú evidente di questo fatto (Laslett 1988, p. 33). Qualcosa di simile vale per il mondo del lavoro. Nell’età premoderna e nella prima modernità l’occupazione del padre veniva ereditata dal figlio, e ciò potenzialmente per piú generazioni.

Alcune prove in senso contrario sono state pubblicate da John P. Robinson e Geoffrey Godbey (1996), ma il loro studio appare un’eccezione alquanto singolare. 9 Per una trattazione sinottica di questa circostanza si veda Rosa 2005a, pp. 199-213. 10 Per una spiegazione economica molto interessante si veda Linder 1970. 11 Sorvolo qui sul fatto che questo calcolo, naturalmente, è impreciso perché se è vero che oggi, con la posta elettronica, leggere e scrivere lettere richiede metà del tempo necessario in passato, pensarci e deciderne il contenuto non può essere altrettanto accelerato.

In questo processo lo spazio ha perso sotto molti punti di vista la propria importanza per l’orientamento nel mondo tardomoderno. Operazioni e nuovi sviluppi non sono piú localizzati e luoghi reali come hotel, banche, università e impianti industriali tendono a diventare «nonluoghi», ovvero luoghi senza storia, identità o relazioni (Augé 1993) 4. 2. L’accelerazione dei mutamenti sociali. Fin dal Settecento, osservando la «dinamicizzazione» in atto nella cultura, nella società o nella storia occidentale, romanzieri, scienziati, giornalisti e uomini e donne comuni erano spesso disorientati non tanto dagli spettacolari progressi tecnologici, quanto piuttosto dal processo accelerato di trasformazione della società che rendeva le costellazioni e strutture sociali e i modelli di azione e di orientamento instabili ed effimeri.

Download PDF sample

Rated 4.36 of 5 – based on 4 votes